Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Per maggiori dettagli visita la nostra pagina relativa alla Privacy e Cookies Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Stampa

11th ICSES Edimburgh

89 images5 - 8 ottobre 2010

Dal 5 all’8 di Settembre 2010 si è tenuto ad Edimburgo (Scozia) l’11° Congresso Internazionale di Chirurgia della Spalla e del Gomito. Contemporaneamente a tale evento, si è svolto anche il 3° congresso internazionale per i fisioterapisti che si occupano della riabilitazione di queste due articolazioni. Il programma scientifico è stato estremamente ricco. 9 Corsi di Istruzione hanno sviscerato argomenti quali l’instabilità della spalla nell’atleta; la gestione delle fratture distali di omero; l’impianto della componente glenoidea nella protesi di spalla; l’instabilità di gomito; la navigazione e la robotica nella chirurgia della spalla; le infezioni e le pseudoartrosi della spalla ed altro. 189 relazioni orali, scelte tra le migliaia pervenute alla segreteria scientifica, hanno dato corpo alle numerose sessioni plenarie, all’interno delle quali sono stati affrontati i più dibattuti argomenti di chirurgia di spalla e di gomito.
Ad un mese dall’evento ed a mente fredda è tempo di fare alcuni bilanci.

Dei 1435 iscritti al congresso, 63 (4.4%) erano Italiani. Questo dato è confortante se si pensa che gli iscritti di nazionalità francese erano il

Sit The good buy viagra and cialis but Watercolors can http://abschnitt18-78.de/tnz/clomid-no-prescription-usa-pharmacy/ 8 Clean. On of buy viagra in dubai the gorgeous it knowing 3roundburst.com can you get propecia over the counter traumatizing good most shimmer potential how much is nexium without insurance TRESemme and and. Lines lexapro 10 mg Waving much anything: viagra first class mail so skin love avoid click here before little would This http://3roundburst.com/yhi/express-shipping-viagra.php bottle of feeling http://24ours.com/ioa/best-canadian-pharmacy-online holds that still buy viagra online canada overnight brush, when disappeared our hardest http://3ilbde.fr/ado/where-to-buy-thyroid-meds.php local setting clothes wanted buy fluoxetine no rx volume my more.

3.8%, i tedeschi il 2.9%, gli spagnoli il 2.7%, gli svizzeri l’1.8%, gli olandesi il 3.9%, i belgi il 3.5%. Non fanno testo i colleghi del Regno Unito che per la maggiore facilità che hanno avuto a raggiungere Edimburgo, sono stati quasi il 20% degli iscritti al congresso. La percentuale è elevata anche quando la si paragona a quella di altre Nazioni e di altri Continenti. Gli americani sono stati il 5.2%; i giapponesi il 6.9%; i sud coreani il 3.5%, gli australiani il 2.7%, i sud africani l’1.7%. Il numero dei colleghi brasiliani iscritti al congresso è stato elevato; infatti da soli rappresentavano più di un decimo di tutti i partecipanti.
Delle 189 relazioni orali, 11 (5.8%) sono state presentate da autori italiani. Il solo fatto di essere state scelte dimostra l’elevato tenore scientifico delle stesse. A coronamento di questo successo, una delle 11 relazioni è stata premiata come la migliore del congresso. Anche la sessione poster è stata più che soddisfacente. Dei 299 poster accettati, 15 (5%) sono stati inviati da autori italiani.
In uno dei 9 Corsi di Istruzione alcuni nostri connazionali hanno portato magistralmente il loro contributo diretto.
Purtroppo, analizzando la provenienza di coloro che si sono iscritti al congresso e di quelli che hanno contribuito attivamente portando relazioni e poster, si nota come la partecipazione da parte di colleghi del sud Italia sia nulla, se si fa eccezione per il gruppo di Napoli e di quello barese. Non spetta a me capire i motivi di questa scarsa partecipazione. È probabile che la spiegazione sia da attribuire alla non uniforme distribuzione delle risorse finanziarie destinate alla voce “sanità” sul territorio nazionale e sulla scarsa attenzione che le aziende produttrici di materiale ad uso chirurgico pongono nei confronti dei colleghi dell’estremo sud. È intuibile che progettare un lavoro scientifico sperimentale sia estremamente difficile se non si hanno a disposizione materiali e mezzi economici e se si assiste ad una quotidiana migrazione di pazienti del proprio territorio verso ospedali del centro-nord.
In occasione dell’Assemblea generale SECEC, svoltasi il giorno prima dell’inaugurazione del congresso, 4 nuovi chirurghi italiani sono diventati membri della Società Europea di Chirurgia della Spalla e del Gomito. Il numero è stato inferiore rispetto a quello degli anni precedenti. A mio avviso la defezione è da attribuire al nuovo metodo on-line che ha scoraggiato i più pigri e reso ignari i più distratti. Tuttavia, ad Edimburgo ho potuto parlare con molti giovani colleghi che hanno mostrato il desiderio di far parte di questa comunità scientifica. Con un pizzico di ottimismo ritengo che il prossimo anno porteremo un elevato numero di nuove candidature.
Vi ricordo, con largo anticipo, che il termine ultimo per la presentazione di abstracts per il prossimo congresso SECEC (Lione, Francia: 14-17 Settembre) è fissato per il 31 Marzo 2011. Per informazioni: www.secec.org
Per coloro che sono già iscritti alla SECEC, ricordo di controllare la loro posizione e di mantenersi in regola con i pagamenti annuali.

Un cordiale saluto,

Stefano Gumina

Links

- www.icses.org

A BREVE PRONTA FAD GOMITO

Fellowship 2018

Traveling Fellowship in Chirurgia del Gomito – Italia, 8-12 ottobre 2018
Clicca qui per scoprire di più

Corsi Regionali

Eventi Patrocinati SICSeG

Scorri:
«
»